Ernest Hemingway e la fisicità dell’emozione

Ernest Hemingway e la fisicità dell’emozione

Letteratura, Tècne Magazine
Hemingway è stato uno scrittore “muscolare” in netta opposizione con Francis Scott Fitzgerald (i due sono spesso associati per mostrare il contrasto che li caratterizza e che mostra in modo concreto i loro tratti identificativi). Se F.S. Fitzgerald fu uno scrittore “esteta”, femmineo – a tratti – e dalla vita assolutamente mondana; E. Hemingway fu un esploratore, un uomo impetuoso e certamente la sua dissoluzione si misurò nell’eccesso di virilità (a tutti i costi!). I due si incontrarono ma probabilmente non si capirono mai fino in fondo e come avrebbero potuto se la loro natura era – da considerarsi – agli antipodi. La vita di Hemingway si struttura in gran parte sull’esperienza della guerra perché un giovane ed irruente Ernest si arruola all’ingresso degli Stati Uniti nella Grande Guerra nel…
Leggi tutto
 Alda Merini e la sua poesia manicomiale

 Alda Merini e la sua poesia manicomiale

Letteratura, Tècne Magazine
Ci sono delle personalità che attraggono altre anime parimenti sensibili; Alda Merini ebbe questo ascendente su Giacinto Spagnoletti e scrisse, grazie a questo ascendente, una serie di poesie che la porteranno a diventare la famosa e tormentata poetessa che noi adesso consociamo. Ma facciamo qualche rispettoso passo indietro. All’anagrafe Alda Giuseppina Angela Merini nasce a Milano, nel 1931, in una famiglia non ricca ma ebbe la fortuna di avere un padre colto che le regala un dizionario educandola all’uso delle parole. Un po’ come Emily Dickinson, anche la nostra Alda ha tra le mura domestiche un riferimento che non la vede esclusivamente come una futura moglie e madre o che, comunque, non glielo fa percepire. Proprio come la celebre poetessa inglese, anche Alda Merini ha, invece, un pessimo rapporto con…
Leggi tutto
Pietro Di Donato – Un Italiano d’America

Pietro Di Donato – Un Italiano d’America

Letteratura, Tècne Magazine
Ai molti ignoto, Pietro Di Donato è un esempio, anzi è l’esempio più importante, (anche perché primo in assoluto) italiano che ha scritto in qualità di italo-americano. Ovvero di italiano d’America. È conosciuto per aver scritto il romanzo autobiografico dal titolo Christ in concrete (in italiano Cristo tra i muratori) nel quale racconta, attraverso la sua esperienza di vita, la condizione sociale, economica e culturale degli italiani negli Stati uniti d’America nel secolo scorso. Gli italiani in America, tra di essi i genitori di Pietro Di Donato Pietro Di Donato fu un italiano immigrato di seconda generazione (considerando le generazioni come assolute e relative ad un certo periodo storico e quindi un certo comportamento assunto nella terra di arrivo). Per prima generazione intendiamo quegli immigrati italiani che arrivarono sotto la…
Leggi tutto
Francis Scott Fitzgerald – una vita tipica della Golden Age

Francis Scott Fitzgerald – una vita tipica della Golden Age

Letteratura, Tècne Magazine
Francis Scott Fitzgerald fu un esempio di uomo apollineo (ovvero levigato, cesellato, controllato e delicato) in netta opposizione con la versione più mascolina, vitale, incontrollata tipica dell’uomo dionisiaco (un esempio tra tutti fu Hemingway. Proprio i due scrittori vengono meglio compresi se contrapposti uno all’altro poiché contemporanei, conoscenti e dalle vite estremamente differenti. Tornando a Fitzgerald la prima cosa che appare evidente è il prefisso Fitz- del cognome che ne indica le origini irlandesi (sia da parte di padre che da parte di madre) e che visse in una famiglia abbastanza nevrotica. Il padre era un commerciante permettendo alla sua famiglia di vivere in una condizione economica relativamente agiate (classe media dell’epoca) che, però, non compensavano con altrettanta cultura e che aveva delle strane abitudini: sappiamo che la madre di…
Leggi tutto
Il ritratto di Dorian Gray

Il ritratto di Dorian Gray

Letteratura, Tècne Magazine
ll ritratto di Dorian Gray (The Picture of Dorian Gray) è un romanzo del 1890 scritto da Oscar Wilde. La vicenda è ambientata a Londra nel XIX secolo: il raffinato e snob Lord Henry Wotton sta contemplando l'ultima creazione del suo pittore e amico Basil Hallward. Non c'è altro che l'arte debba fare, né educare, né offrire una morale. Solo la bellezza ha un senso, solo la bellezza vale la pena di essere ricercata. È questo il pensiero di Oscar Wilde sull'arte, anche se in realtà un minimo di moralismo è sempre presente nelle sue opere Dorian, sedotto dai discorsi sull'importanza della giovinezza di un ricco dandy inglese, arriva a sperare di poter rimanere sempre giovane anche a costo di perdere la sua anima. Il quadro allora invecchia al posto…
Leggi tutto
The Beekeeper: Adam Clay a caccia di calabroni

The Beekeeper: Adam Clay a caccia di calabroni

Cinema, Tècne Magazine
David Ayer e Kurt Wimmer sprecano un’occasione Proteggere l’alveare. Incipit di nome e di fatto. Metaforica litania che scandisca tutto il film. Nell’ottica di Adam sono tutti un po’ calabroni. Come tali, vanno rimossi. Ogni elemento che disturbi un sistema, il sistema, merita di essere espunto dallo stesso. Lo status quo deve essere mantenuto o ripristinato. Stringente è la logica alla base delle azioni di Adam e dei Beekeeper. Forse Mr. Clay materializza e concretizza in maniera definitiva una retorica imposta e, non è dato sapere come, indotta in modo ridondante. Replica con pervicacia ogni proponimento che sia figlio di una morale assunta come universale. A volte univoca. A volte fallace. Comunque giusta. Tema principale della pellicola sembra essere proprio il giusto ontologico, la giustizia propriamente detta. Una giustizia etica…
Leggi tutto
Road House: Doug Liman e Jake Gyllenhall proiettano un classico nel 2024

Road House: Doug Liman e Jake Gyllenhall proiettano un classico nel 2024

Cinema, Tècne Magazine
  Elwood Dalton è bello. Di un’umiltà quasi affettata. All’inizio si percepisce una grande bontà, condita da una voglia di espiazione da sindrome di agnello sacrificale. Un potere derivante da una brillante forma fisica e da un talento marziale non può prescindere da un controllo e un autocontrollo che ponga il nostro eroe nel lato giusto della storia. Qualcuno avrebbe parlato di binomio potere-responsabilità. Old but gold. Per i primi 40 minuti la pellicola non ha la pretesa di emulare l’originale. Se non in costruzione e inquadramento della trama. Un plauso alla colonna sonora che, come nel 1989, scandisce ogni tensione narrativa, accompagnando allegramente una sinossi forse prevedibile ma compatibile con il genere di riferimento. Elwood parla poco come James, ma è meno serioso. Più leggero, meno rabbioso. Riprende altri…
Leggi tutto
Carlo Emilio Gadda

Carlo Emilio Gadda

Letteratura, Tècne Magazine
  Figura fondamentale nel panorama letterario italiano; in questo articolo verrà trattato il lombardo Carlo Emilio Gadda. Autore poliedrico e irrequieto, Gadda già in adolescenza e – successivamente – in età matura mostra una sorta di dualità intrinseca che lo porterà a scegliere di frequentare i corsi in ingegneria al Politecnico di Milano. Non sarà una scelta facile, infatti, il giovane Gadda avrebbe voluto dedicarsi allo studio delle scienze umanistiche ma – assecondando le scelte materne - decise di cimentarsi nell’ingegneria ma questo produsse un primo grande dolore.  la Questo in sé non ha nulla di strano se non fosse che userà decisione non prevedeva – per lo stesso Gadda – una carriera nella letteratura. Un uomo dalla vita lunga (nacque a Milano nel 1893) per morire a Roma nel…
Leggi tutto
Tutti tranne te: Glen Powell e Sydney Sweeney si innamorano sulle note di The Hills

Tutti tranne te: Glen Powell e Sydney Sweeney si innamorano sulle note di The Hills

Cinema, Tècne Magazine
Un’altra commedia americana. Lui canonicamente belloccio. Lei candidamente sensuale. Almeno qui l’ideologia del politicamente corretto non ha attecchito. Il bello è bello. Gli stereotipi sono rispettati. Così come il modello di commedia degli errori (si scherza, William), dove tutto sembri essere il contrario di tutto. Una pellicola leggerina, ma comunque adatta al genere. A volte farsesca, a volte più seria (almeno ci prova), a tratti sensuale. Glen Powell appare a suo agio nelle vesti di bellone finanza e abiti su misura. Trasudava comicità (più o meno ilare) anche in Top Gun – Maverick, quindi non sorprende la caratterizzazione di un personaggio a metà tra il so tutto io e il fragile. La vita può essere dura per tutti. Scegliere come declinare la sofferenza è qualcosa di personale. Scegliere di o…
Leggi tutto
Alessandro Manzoni e I (suoi) Promessi Sposi

Alessandro Manzoni e I (suoi) Promessi Sposi

Letteratura, Tècne Magazine
Alessandro Manzoni  è considerato uno degli scrittori più importanti della letteratura italiana, vissuto sotto l’alito dell’illuminismo, del romanticismo e – infine – trasportato nella dimensione della fede cattolica.  Fu celebre per aver dato vita all’epopea di Renzo e di Lucia ne I Promessi sposi; opera considerata come fondatrice sia da un punto di vista narrativo che anche – e soprattutto – linguistico. Alessandro Manzoni è stato ampiamente trattato da innumerevoli critici ed autorità di filologia e linguistica italiana perché con la sua coppia di sposi e con il contorno storico italiano del ‘600 con la conquista spagnola e – anche – la ‘grande peste’, si dipanano una serie di avventure per questa ignara e innocente coppia di giovani popolani. Alessandro Manzoni nel suo secolo Il giovane Manzoni assorbe – quindi –…
Leggi tutto